Archivio | versi RSS feed for this section

876. PULCHERIA, Atto III., Scena III.

26 Mag

Scena III.
PULCHERIA, LEONE, GIUSTINA.

PULCHERIA.
Signore, e a che qui rendervi di nuovo? E’ l’impazienza
D’aggravare i miei spasimi con la vostra presenza, Continua a leggere

831. ORAZIO, Atto IV., Scena V.

25 Mar

Scena V.
ORAZIO, CAMILLA.

ORAZIO.
Sorella, il braccio eccovi che vendicò i fratelli,
Che seppe il corso frangere dei fati a noi ribelli, Continua a leggere

828. ORAZIO, Atto IV., Scena II.

23 Mar

Scena II.
VALERIO, IL VECCHIO ORAZIO, CAMILLA.

VALERIO.
Conforti a un padre a porgere, messi del re, veniamo,
E del pari attestandogli…

IL VECCHIO ORAZIO.
D’ufficio vi sollevo; Continua a leggere

827. ORAZIO, Atto IV., scena I.

23 Mar

ATTO QUARTO.
Scena I.

IL VECCHIO ORAZIO.
Mai nulla di quel perfido più ditemi in difesa;
Com’anzi ai consanguinei di lei la fuga ha presa, Continua a leggere

826. ORAZIO, Atto III., Scena VI.

23 Mar

Scena VI.
IL VECCHIO ORAZIO, GIULIA, SABINA, CAMILLA.

IL VECCHIO ORAZIO.
Ci venite ad apprendere, Giulia, della vittoria?

GIULIA.
No; del funesto esito dei bellicosi fatti: Continua a leggere

825. ORAZIO, Atto III., Scena V.

22 Mar

Scena V.

IL VECCHIO ORAZIO, SABINA, CAMILLA.

 

IL VECCHIO ORAZIO.
Vengo, figlie, recandovi terribili novelle;
Del resto, è in tutto inutile da parte mia celare Continua a leggere

824. ORAZIO, Atto III., scena IV.

21 Mar

Scena IV.
SABINA, CAMILLA.

 

SABINA.
Tra i mali nostri, al biasimo mio non vi denegate;
Troppa pena nell’anima vostra, mi pare, abbiate; Continua a leggere