Archivio | mario tobino RSS feed for this section

580. Scheda: Tobino – Gli ultimi giorni di Magliano (1982).

31 Lug

Mario Tobino (1910-1991), Gli ultimi di giorni di Magliano (1982). Ed. Club del Libro su lic. A. Mondadori, Milano 1982. Pp. 155.

Gli ultimi giorni di MaglianoE’ una sorta di diario, ma senza date e affrontato sostanzialmente in chiave lirica, degli ultimi anni dell’autore da primario dell’Ospedale psichiatrico di Miggiano, Lucca, rinominato “Magliano” in questo come in altri suoi libri. E’ il consuntivo di una carriera ricca di amarezze e soddisfazioni, con un primo incrinarsi nella fiducia dei metodi adottati risalente al 1952, quando gli psicofarmaci, con il Largactil, fecero ingresso negli ospedali psichiatrici. Con’un’abbondante aneddotica, Tobino propugna il suo metodo tradizionale, uello della carità continua, consistente nell’assistenza incessante, nel continuo sostegno e appoggio.

Tobino ha un profondo rispetto per la follia e ne sente tutto il fascino, ma sostiene anche un concetto della malattia mentale che ha che fare essenzialmente più con la neurologia che con l’analisi sociologica. Primo a sostenere che le patologie dell’affettività non esistono (“gli affetti non si ammalano“) rinviene la causa dello squilibrio, che è una realtà per lui inoppugnabile, in un fattore organico, in una menomazione. Continua a leggere