Archivio | horace RSS feed for this section

829. ORAZIO, Atto IV., Scena III.

24 Mar

Scena III.
IL VECCHIO ORAZIO, CAMILLA.

IL VECCHIO ORAZIO.
Non più, non più di spargere pianti son queste l’ore,
Figlia, che poco addicono dove rifulge onore: Continua a leggere

828. ORAZIO, Atto IV., Scena II.

23 Mar

Scena II.
VALERIO, IL VECCHIO ORAZIO, CAMILLA.

VALERIO.
Conforti a un padre a porgere, messi del re, veniamo,
E del pari attestandogli…

IL VECCHIO ORAZIO.
D’ufficio vi sollevo; Continua a leggere

827. ORAZIO, Atto IV., scena I.

23 Mar

ATTO QUARTO.
Scena I.

IL VECCHIO ORAZIO.
Mai nulla di quel perfido più ditemi in difesa;
Com’anzi ai consanguinei di lei la fuga ha presa, Continua a leggere

826. ORAZIO, Atto III., Scena VI.

23 Mar

Scena VI.
IL VECCHIO ORAZIO, GIULIA, SABINA, CAMILLA.

IL VECCHIO ORAZIO.
Ci venite ad apprendere, Giulia, della vittoria?

GIULIA.
No; del funesto esito dei bellicosi fatti: Continua a leggere

825. ORAZIO, Atto III., Scena V.

22 Mar

Scena V.

IL VECCHIO ORAZIO, SABINA, CAMILLA.

 

IL VECCHIO ORAZIO.
Vengo, figlie, recandovi terribili novelle;
Del resto, è in tutto inutile da parte mia celare Continua a leggere

824. ORAZIO, Atto III., scena IV.

21 Mar

Scena IV.
SABINA, CAMILLA.

 

SABINA.
Tra i mali nostri, al biasimo mio non vi denegate;
Troppa pena nell’anima vostra, mi pare, abbiate; Continua a leggere

822. ORAZIO, Atto III., Scena III.

18 Mar

Scena III.

SABINA, CAMILLA, GIULIA.

 

SABINA.

Sorella, permettetemi di darvi buone nuove. Continua a leggere