Archivio | 20:29

906. Amanda Gorman. Tre capitani.

10 Feb

Quest’oggi onori aspettano da noi tre capitani.

Per gli atti che compirono, per l’ottima influenza
In era che periclita, preda dell’emergenza.
La realtà affrontarono col nerbo necessario,
Sfidando il verosimile, e ogn’ostico divario,
Dando sollievo al popolo, e a tutto il circondario;
Chi in ruolo terapeutico; chi guida; o educatore.

Conscio è per prova GIACOMO del vulnere di guerra;
Pure tuttora il milite i lari suoi disserra,
Di periglianti giovani valido sovventore.
A tanto poté giungere: del CoVid nel furore
Fu visto (e questo il murmure del suo buon cuore avalla)
De visu & in effigie dar calcj ad una palla!
– In pro vuoi del congenere, vuoi dell’ammiratore.

TREMANI industre mentore, opera senza posa
Acché sia il grosso pubblico interconnesso a josa,
Con hotspots, con portatili, con ogni – insomma – cosa
Occorra acché ai discepoli non falli anche una sola
Arma a illustrarsi valida, nel mondo, & nella squola.

SUSI le nurse coordina tra i moribondi a Tampa;
Dice che pur nel tragico speranza anche s’accampa.
Volle, perdute l’avole nell’aspra pandemia,
Campo di Marte eleggere l’intensa terapia.

Eroi, al fronte arrischiano per noi la loro vita!
In marcia ormai poniamoci con questa schiera ardita!
Dei nostri duci impavidi la diana ovunque è udita!

Se questi onori a rendere veniam loro in quest’ore,
Essi ogni onore rendono a noi a tutte l’ore.