742. 67.

18 Dic

67. Nel tragitto, meno di mezzo miglio, tra l’ingresso dell’LXXXVI e il baracchino di Olu avrà avuto sicuramente modo di ordinare le idee, e di organare i concetti in modo da riuscire a porre al Suo amico una domanda, o una ragionevole serie di domande, a cui fosse possibile dare una risposta, o una ragionevole serie di risposte, di cui fosse apprezzabile l’utilità: ma scommetto – è illazione mia, e non sia mai che Gliene attribuisca la responsabilità, nemmeno indiretta: ma il sospetto, tornando a scorrere queste Sue pagine di diario, s’è in me rafforzato, invece di dissiparsi, dalla prima lettura – che, per quanti sforzi eventualmente facesse, nulla di fatto Le riuscisse in questo senso: il Suo pensiero a proposito del contenitore di legno laccato aveva prodotto nella Sua mente una tale messe di false conseguenze che nemmeno cinque cervelli come il Suo avrebbe potuto rimettere ordine, quantomeno sceverando vero da falso: il Suo amico Olu, oltre ad essere molto intelligente (e destinato immancabilmente, perciò, ad essere Suo amico, come ogni bipede intelligente si aggirasse in Central Park per uno spazio di tempo sufficientemente lungo; come un’anziana ex-insegnante, Argiria Shaw, spesso rinvenibile col cane Wimpy, mezzo rattiere e mezzo yorkshire, nei pressi di uno dei laghetti a sud del Parco, dalle diciassette in poi tutti i pomeriggî dell’anno; o Reso Mancato, un vecchio emporista di Hell’s Kitchen, che parlava tanto calabrese quanto americano, e in questo semincomprensibile impasto L’aveva succintamente ma accuratamente introdotto ai filosofi della sua terra, e questa non è poca cosa, dati gli sviluppi che attendono di essere lumeggiati nelle prossime pagine), aveva anche qualche anno (cinque) più di Lei, e, forse, con una maggiore e più aspra esperienza del mondo, sarebbe stato in grado di darLe qualche informazione utile, o di suggerirLe qualche metodologia d’analisi più sennata, sol che si fosse trattato di un argomento meno intimo che non fosse quello: Olu conosceva Lei, non Edgarda Cheevey, e non aveva visto nemmeno un fotogramma di quel filmato; avrebbe tutt’al più potuto rilevare, e questo era vero, che Lei aveva una gran confusione in testa, e, posto che avesse avuto la pazienza di ascoltare l’intero resoconto, appesantito d’ogni ammennicolo, dell’intricato sistema deduttivo da Lei costruito sul quasi nulla di quelle immagini, Le avrebbe tutt’al più detto che non credeva nella validità delle Sue conseguenze, e nulla più; senza poterLa ajutare a risolvere alcun mistero.

Esprimi pure (prego) la Tua garbata opinione!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: