713. 38.

18 Dic

 (38). Assodato oltre ogni ombra di dubbio questo fatto, risaltava ancòra maggioremente la stranezza costituita dal non aver né la nonna né Suo padre aperto il contenitore, appunto: in questo caso, ossia per valutare come mai, Le falliva purtroppo una qualità sufficientemente definita delle immagini: sarebbe stato infatti prezioso capiure come funzionasse l’apertura della scatola — anche se, come già dissi, non Le era passato totalmente inosservato qualcosa, sul lato della stessa, che era naturale identificare con una cerniera, benché non fosse mai detto e dato per certo –, se ci fosse la toppa di una chiavetta o il pulsante di un meccanismo a scatto da qualche parte, comunque fosse funzionante, che fosse segreto o visibile impossibile a dire e per il momento non rilevante; l’unico altro indizio utile a formulare qualche ipotesi non sulla scatola ma sul suo contenuto erano le sue dimensioni: non era minuscola, potevano essere venticinque per quindici centimetri, una capacità sufficiente (l’altezza poteva essere di sette od otto centimetri) a contenere una quantità notevole di gemme ed oro, meno facilmente qualche scritto o diploma (Le sarebbe piaciuta una mappa del tesoro, o un segreto soprannaturale), anche se una piccola pergamena arrotolata poteva anche starci; ma anche in questo caso altri fattori dovevano essere chiamati in gioco, oltre alle dimensioni del contenitore: segnatamente il modo di Josiah van Barnavelt di porgerla ad Edgarda Cheevey e il modo che quest’ultima aveva di stringersela al petto: non poteva mancare di significato il fatto che il papà usasse le due mani, e che la nonna facesse altrettanto, ciò che tuttavia poteva in sé e per sé dipendere dalle sole dimensioni della scatola, appunto non minuscola; ma sembrava di poter inferire che essa avesse un peso sensibile, superiore per intenderci a quello di un foglio di carta, per via del fatto che sia la nonna, sia, soprattutto, il papà, più forte, per reggerla tenessero una mano sotto la scatola, al centro, senza afferrarla, poniamo, ai lati più corti, come sarebbe stato naturale fare per un oggetto molto leggero: la possibilità della pergamena con la mappa del tesoro o col suo agghiacciante segreto non era totalmente esclusa, accludendo un sigillo metallico abbastanza pesante e grosso; ma, per quanto avesse deciso di essere indulgente con sé stesso, per una volta tanto, data soprattutto la pochezza degli elementi a disposizione, questo era veramente un troppo ardito ipotizzare.

Annunci

Esprimi pure (prego) la Tua garbata opinione!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: