712. 37.

18 Dic

(37). Qui il ragionamento cominciava a farsi rischioso, poiché molte e non molto resistibili erano le ragioni e le possibili cause di una deriva dalla realtà dei fatti; ma, dato che si trattava semplicemente di formulare ipotesi, e dato che ancòra non scorgeva all’orizzonte un modo per comproverane in concreto l’esattezza o la fallacità, tanto valeva andare avanti; e stabilito che tra le altre cose perplettenti c’era anche il fatto che Edgarda Cheevey non avesse dato uno sguardo che uno al contenuto della cassettina, Ella postulava due possibilità: o la cassettina aveva valore in sé, nel qual caso poteva anche essere vuota; oppure la nonna non vi aveva guardato dentro per il semplicissimo motivo che non poteva aprirla; inutile dire, o quasi, che Ella propendeva per la prima piuttosto che per la seconda ipotesi, dal momento che in sé e per sé la cassettina, per quanto poco fosse visibile nelle immagini viste poc’anzi scorrere, proprio non mostrava nulla che potesse renderla preziosa in alcun modo, né il materiale, quasi certamente legno laccato, né la particolare vetustà — la scatiletta poteva avere dieci, venti, trent’anni al massimo (e in quest’ultimo caso pareva ben conservata), non recava vistosi segni d’uso di logoramento, almeno non abbastanza vistosi da essere captati dalla telecamera, né c’era segno tangibile che potesse essere un raro manufatto d’altri tempi (avrebbe potuto giurare che era liscia, integra, lucida, e che aveva tutta l’apparenza di essere un prodotto di serie piuttosto che un pezzo d’artigianato); in secondo luogo, non le tornava che potesse essere la scatola in sé l’oggetto di tante attenzioni, non perché in sé impossibile — di fatto, per quanto ne sapeva, tutto era possibile, in sé — ma perché Si era proposito di mantenersi entro le guide del verosimile, l’unico modo possibile di tener lontano qualunque rischio di deriva nell’irrazione o nel fantastico, e in termini di mera verosimiglianza Le pareva più plausibile che un contenitore, qual è una scatola, riscotesse attenzioni per il proprio contenuto che in sé per sé; inoltre la nonna, nel video, non mostrava di usare, nel maneggiarla, quelle cautele che si mettono in opera per non esporre a rischj oggetti di gran pregio: semmai i suoi gesti potevano essere definiti sorvegliati, si poteva dire che facesse semmai attenzione a non scuotere la cassetta, ma la presa sia di Josiah van Barnavelt, sia di Edgarda Cheevey sull’oggetto era piuttosto franca e sicura; pareva proprio che la scatola valesse per quello che conteneva.

Esprimi pure (prego) la Tua garbata opinione!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: