Archivio | 09:49

562. Vagine d’acciajo.

6 Lug

https://i0.wp.com/giotto.ibs.it/cop/copj13.aspHo appena letto, di Michela Marzano (romana, classe 1970), il saggio filosofico Sii bella e stai zitta, Mondadori 2010, su quest’Italia che offende le donne. Dice di aver preso spunto dallo scandalo delle mignotte a palazzo Grazioli, luglio 2009. Sarà, ma continua a chiamarle escort, non le chiama zoccole nemmeno una volta.

Si potrebbe scrivere anche qualcosa di più costruttivo su una cosa del genere, ma da una parte non mi va, dall’altra ricordo che la Nerina Negrello me lo disse, che tanto a me le donne non interessano, e quindi cui prodest?

Normalmente l’autrice scrive in francese, perché è un cervello in fuga, e i suoi libri, rivolti ad un vasto pubblico eccettuati i saggini per le PUF e cose specialistiche, sono voltati in italiano da traduttori e stampati poi in Italia da Mondadori. In questo caso non poteva parlare di donne italiane allo stesso modo alle donne francesi e alle donne italiane, evidentemente; quindi ha scritto un saggio che sarà voltato in francese da traduttori, e là stampato, ed essendo una traduzione renderà chiaro che essendo rivolto in prima battuta alle donne italiane non ha in sé nessun intento particolarmente sputtanatorio. Continua a leggere