552. Scusa, aditus!

19 Giu

Scusa!

Ma non posso sempre parlare di te.

Piuttosto, avrei probabilmente fatto bene a scrivere qualcosa di nuovo, magari un poco a braccio come sto facendo adesso, anche se per un motivo o per l’altro – non mi dilungo – non mi piace tanto (non mi piace tanto quello che ne vien fuori; non che preferisca il resto). Ma in fondo sarebbe stato meglio, probabilmente, affrontare il blog come una sorta di discarica scrittoria, non è possibile dargli più di tanta importanza.

Sto scrivendo altro; leggo, quanto più posso, e scrivo, e scrivo solamente fuori rete. Confesso che per scrivere quassù il piccì mi manca molto; ma non mi sono ancòra mobilitato per andarlo a recuperare, e preferirei averlo a disposizione per farci qualcosa di carino, che ne valesse un po’ la pena. Chi vivrà vedrà.

Sono rimaste cose in sospeso, altre  si sono accumulate nel frattempo.

* Sono stato sommerso di messaggj da facebook, dove Palasciano sta combattendo su due fronti, contro i plagj di un oscuro poeta di cui ha rischiato di essere presentatore e contro le posizioni beceramente retrive e reazionarie di un club di neoborbonici. Mi ha anche scritto da qualche parte se volevo aggiungere qualcosa di mio in risposta ai neoborbonici sul ’99, di cui molto lessi tempo fa, ma le implicazioni sono per me tanto complesse che non un post basterebbe, e nemmeno una pioggia d’interventi su facebook (peraltro complimenti a Marco perché ha trasformato una board squallidissima in un labirinto barocco di sarcococche confuse, mirti, allori ed evizioni sfoggiate), ma ci vorrebbe un’opera – mio vecchio sogno (tanto più vecchio quanto più invecchio; e sono ormai decrepito, e la morte mi gabba).

* Chissà che fine ha fatto Giuditta Russo. Chiedo scusa, so che può parere indiscrezione, ma realmente non serbo alcun rancore nei suoi confronti per le ingiunzioni provenutemi dallo studio del suo attuale (?) principale, ho cancellato ogn’altra sua traccia qua sopra senza remore e serenamente.  Credo che sia in una situazione molto difficile, anche a prescindere dai cinque anni di galera che le hanno promesso, e ogni tanto ci ripenso.

* Come state, tutti? Ho visto che alcor ha chiuso il blog, pare definitivamente, e mi dispiace molto. Ho approfondito la sezione link del blogroll, e sono molti, ho visto, i siti che nel frattempo si sono eclissati, sono stati chiusi e trasformati in salottini per pochi intimi – brutto segno, per un blog – &/o sono stati cancellati. La vita va avanti: ciò implica che cose continuino a morire – e altre a nascere. Ma non è mai come la prima / le prime volta/e.

* Non ho più sentito Remo & Francesca. Suppongo siano impegnati col nuovo arrivo; per me, sono rimasto parecchio indietro coi blog amici, sarà anche ora di tornare a scambiarsi visite.

* Qualche imbecille è passato a dare “miserando” persino alle sbobinature del materiale su Paolo Poli. Capisco la limitatezza, la torva vendicatività, la demenza – ossia: so che esistono (e c’entra anche la sterile delizia di qualcuna delle professoresse delle medie che ogni tanto tornano a rivedere quella pag. dell’anfiosso, dove toniq credette, senza dimostrare un cazzo e toppando clamorosamente coll’attribuirmi una citazione da Michelet – correggendola, persino! -, di cogliermi in errore. Ma è inutile dire ai batterj di non aggredire gli organismi; è come tentare di prendere a schiaffi la risipola, o mettere in prigione la scrofola, o prendere a pistolettate il tetano: non ha senso, non servirà). Eppure la mia reazione di fronte a queste ripicche è il sorriso, il riso, il cachinno. E’ immorale, perché nasce dalla consapevolezza di aver colto qualcuno sul vivo. E’ una cosa che forse mi piace troppo, e mi dà da pensare che forse è vero quello che mi diceva Julia Vaporskij qualche tempo fa, cioè che sono sempre stato un gran bastardo. E me ne sento in colpa.

* Finalmente è uscito un po’ di sole. Temevo, fino a qualche giorno fa, che facesse come qualch’anno fa, che piovve per 6 settimane consecutive.

* La seconda scusa ad aditus contiene un ulteriore errore:  “Girolamo” in luogo di “Giorgio” D.C., ed è intenzionale come il primo. Sarebbe semplicemente avvilente scoprire che i commentatori più attivi vengono qui solamente a correggere errori, veri o presunti – se fossi così facile ad avvilirmi, e non sono. Mi chiedo se il secondo errore sia stato notato, o se agli scarrafoni sia stato sufficiente il bottino di merda che hanno fatto col primo. Non m’interessa; e comunque – mi dispiace –  erano intenzionali, ut dixi, tutti e due.  

A presto,

d.

Esprimi pure (prego) la Tua garbata opinione!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: