Archivio | 23:19

480. Due cose.

15 Nov

Metto tra i file l’Ode, nella bella veste grafica che Francesco Marotta aveva confezionato per rebstein; tenendo conto che si tratta di una versione a cui mancano 5 stanze. Ma dato che è già molto che qualcuno se ne legga anche solo dieci, della prima o seconda versione non conta, suppongo che non faccia molta differenza. Grazie ancòra a Francesco per l’indefettibile cura prestata a una mia cosa.

Altra cosa, che mi è nota sia in via diretta sia grazie a segnalazioni di terzi, qualche spiritosone – che non so chi sia, anche se ho sospettato, forse ingiustamente, di Dario Borso; ma poteva anche essere “giggino”, per quel che ne so (e non ne so nulla di sostanziale) – ha lasciato, o va lasciando messaggj a mio nome, limitandosi a fare quello che quasi sempre faccio anch’io, ossia mettendo l’url del presente umile blog nella stringa dei commenti e lanciando l’intervento.

Un commento presuntamente mio è apparso sul blog di azu, io stesso ne ho ricevuto, come ho detto, un buon numero, e Marotta mi ha detto di averne dovuti cancellare cinque o sei (ed erano pure osceni, quasi che il sottoscritto già non s’impegnasse a dare il peggio di sé!), e non so dov’altro ne siano apparsi.

Portiamo pazienza, unica arma alla lunga efficace contro questi maligni infelici persecutori. Sui blog di splinder i miei messaggj appariranno sempre con la dicitura estesa che vien fuori quando ci si logga, su wordpress sono sempre loggato e non dovrebbero esserci problemi.

479. Metto il filtro ai commenti.

15 Nov

Dario Boro, che questa notte non deve aver dormito un minuto, mi ha riempito il blog di spam (con numerosi commenti persino a nome mio; chissà che non fosse lui il finto anfiosso apparso da azu). Finché non si stanca devo filtrare i commenti, & me ne dolgo per l’eventuale disagio arrecato.