339. Capriccio V.

23 Set

TOSSICO CHE URLA DA SOLO.
Mentre cammini per la strada, foga
Ti prende di gridare ai quattro venti
Non il tuo sì alla vita, o i tuoi tormenti,
Ma quel che dentro a te detta la droga.
    Mi fa rabbia, poiché quella s’arroga
Un’esclusiva che lunghi momenti
Avrei voluto propria ai miei talenti,
Come sul gobbo al giudice la toga.
    Quanto avrei dato, invece d’anni persi,
Per avere una delle tue giornate,
Di fuoco sacro, & impeti perversi!
    Quante libbre di sangue avrei donate
Per dar con pari slancio fuori i versi
All’émpito con cui spari cazzate!

Esprimi pure (prego) la Tua garbata opinione!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: