Archivio | 10:25

255. Di un curioso effetto ottico.

3 Giu

Di un curioso effetto ottico, riscontrato mentre osservavo le fronde confuse di due alberi agitarsi al vento nella luce di un lampione.

 

 

Tra due piante, un lampione il ballo ai venti
Illustra dei fogliami, e – vita ai suoli
Pur non traendo – d’Enterichia coli
Capo erge enorme, e scote in movimenti.
– Ma solo finch’io fisso le stormenti
Più presso al lume vegetanti moli;
Delle verdi ali i vincolati voli
Lascia l’occhio; e il lampione è sull’attenti!
Donde arguisco illusorj, & apparenti
Esser in vista i moti, risultando
Dell’occhio successìvi aggiustamenti.
Petreo è il mondo. E’ l’occhio che, vagando,
Moto crea da più immobili momenti,
Crea l’immobilità moto fissando.