Archivio | novembre, 2008

221. Chi è? Chi è?

27 Nov

Chi è quella deficiente che ha cercato Alessandro Cazzi ottanta volte prima delle 8.00 di stamane (facendo lievitare vertiginosamente il numero delle visite, ciò che avrebbe pure potuto farmi un po’ piacere, posto appunto che non si fosse venuti a cercare proprio quello)?

220. Articolo duecentoventi.

22 Nov

Non è che abbia molto senso scrivere un post in cui si dice che non si ha voglia di scrivere — anche perché non è proprio vero: scrivo in continuazione, se è per quello, ma è la voglia di scrivere qualcosa di sinforoso, di concinnato & ben costrutto quella che mi manca; ma tant’è (il tant’è si collega a quello che c’è prima dello hyphen; vale a dire, nel caso in cui non fosse chiaro, magari proprio per niente, che lo so, che no, non ha proprio nessun senso scrivere un post in cui si dice che non si scriverà niente di che; ma è proprio quello che sto facendo, sicché suppongo che un tant’è ci stia bene, sicché ce lo metto — cioè, l’ho messo).

Al momento, in realtà, mi sto occupando di tutt’altro — non di tutt’altro che scrivere, mi sto occupando di altro, non sto scrivendo cose che possano finire in rete perché sono troppo lunghe e non sono complete. E anche se avessi pezzi brevi & in sé conclusi non avrei nessuna voglia di mettermi qui come un pirla a copiarli — cosa che ho fatto spesso nel passato, ma l’intenzione era appunto, se non quella di condividere alcunché con chicchessia, quella di ripassare sul testo, correggerlo, migliorarlo. Be’, si dà il caso che al momento non mi senta di scrivere cose belle, e non mi senta capace di migliorare alcunché. Sono, insomma, in una fase di vomito continuo; ma anche di chiusura rispetto al mondo, non mi sento comunicativo. Cioè, non sono mai stato comunicativo; il fatto è che non ho nessuna voglia di far finta di essere comunicativo. Prima di tutto non mi riuscirebbe (posto che mai mi sia riuscito, ma in questo caso, nel caso di questo preciso pomeriggio di sabato, meno che mai). Punto secondo — non c’è un secondo. Sono alla frutta. Avrò il diritto, no?

Non sono né angustiato né mi sembra di star facendo una di quelle imbarazzantissime confessioni da blog che mai e poi mai si farebbero con qualcuno incontrato per la strada — se qualcuno di voi m’incontra per la strada, se ha proprio tanta voglia di rompersi i minchioni, può anche fermarmi e chiedermi di ripetergli tutto questo da capo a fondo. Magari non con le esatte parole, ma gli ripeterei il concetto esattamente per com’è esposto qui, nella sua succhiosa essenza. Stato soporoso, meschino, squallido, che suppongo essudi dalle mie affermazioni, per scritto e in voce, per qualunque siasi formulazione io voglia optare. Sono spompato, mi rassembro a uno stronzo molle: questa è una formulazione più densa e altrettanto veritiera, dal punto di vista euristico esattamente equipollente. E’ questo uno dei rari casi in cui forma e contenuto, volendo, possono anche essere distinti, ma comunque è inutile, perché anche distinti sono esattamente sovrapponibili.

Oggi, però, è una bella giornata.

219. Al Sonno.

17 Nov

IPNO, tiranno già, ora refrattario
Anarca, & infingardo, che tra reti
Capziose tra il volere mio divario
Ponesti spesso, & storici, & poeti,
Perché mai neghi adesso il necessario
Riposo, o, dove sia, che mai Ti vieti
Indurre in me & oblio, pace, & ristoro,
Io non capisco, io non mi spiego, io ignoro.
***
Vero è che cristallizza a me le notti
In veglie raggelate ispido Arturo,
Che gli occhj a me con ghiaccj non mai rotti
Spalanca Inverno irrigidito & duro,
E so se inane vi s’opponga, & lotti
(E in specie quando esposto all’aere oscuro)
L’intrinseco calore, e trovi immiti
Ceppi di brine, e sbarre in stalattiti.
***
Vero è che l’incombenza irta di Crono
Periunt & imputantur mi deversa
Contro, da quant’intorno a me vi sono
Quadranti, rinfacciando la perversa
Vita a me, che vaneggio, & che sragiono,
In ogni ora additando un’ora persa,
In ogni dì additando un giorno in meno,
E in fondo al tempo vuoto un fosso pieno.
***
Vero è che, nel girarsi, il diffidente
Sguardo, per imprudenza ormai sottile,
Non scorge un volto umano tra assai gente,
Non vede gente amica in clima ostile,
Non ha clima secondo in terra algente,
Non trova salda terra in fogna vile,
Sicché Ti teme, e ai sogni Tuoi non cede,
Perché rinati da quel ch’esso vede.
***
Vero è che, del passato incubo atroce,
La memoria di sangue deturpata
Mi garrota le notti, e con la voce
D’alcuna ombra negletta strambasciata
S’oppone a che abbia pace, e più feroce
Si fa nell’ombra, & torva, e allucinata,
Che me in tant’anni ha perseguìto tanto
Che seccò il sangue al cuore, le urne al pianto.
***
Vero è che la Vergogna inveterata,
Che oggi arrossisce come alla prim’ora,
Contro m’è volta, e con la sua annodata
Sferza mi sferza, & che non mai scolora 
Spiega scoprendo faccia butterata,
Ché è quella lue che la fa rossa ancòra
(Lue che arde però meno della fretta
Ch’io compia in chi la merita vendetta).
***
Vero è ben tutto questo; ma se questo,
Mina della mia fabbrica infiacchita,
Coll’urto suo prevale, atro & funesto,
Sull’anelito a conservar la vita,
Dunque l’estremo limite m’appresto
A valicare; & quest’ombra avvilita
In cui, sono anni, affondo non disdice
A un passo d’altri più non infelice.
***
Ma se è vero che etern’oblio m’accoglie,
Quanto a schiudersi tarda atrocemente!
Dunque Tu scendi, e tocca queste spoglie
Con la virtù che è Tua, pietosamente:
Con la virtù che dal dolore stoglie,
L’ultime volte a queste membra spente
Dà conforto; & insegnami le torte
Vie per cui s’entra al regno della Morte.

218. Ma che volete?

13 Nov

Termini ricercati nei 7 giorni fino al 2008-11-13

Riassumere: 7 Giorni 30 Giorni Trimestre Anno Dall’inizio

Oggi

Cerca Visualizza
anfiosso 5 Più statistiche
meteopatico metereopatico meteoropatico  (la terza che hai detto) 2 Più statistiche
“va senza dire” “va da sé che” (la seconda che hai detto [mi raccomando]) 1 Più statistiche
freddo cane 1 Più statistiche

Ieri

Cerca Visualizza
anfiosso 11 Più statistiche
massimo fagioli 2 Più statistiche
o belle agli occhi miei tende latine 2 Più statistiche
alle ragazze piaciono i ragazzi che si m (che si m cosa? si mettono il gel sui capelli? si mescolano alla folla? si montano a vicenda? m cosa?) 1 Più statistiche
cosa vuol dire meteopatica 1 Più statistiche
alecazzi 1 Più statistiche
vaffanculo poesia 1 Più statistiche
dopo una febbre un bambino comincia a zo (zompare allegro per casa?) 1 Più statistiche
satrapico 1 Più statistiche
scuza che scrivo (io te perdona, tuti frateli) 1 Più statistiche
fellatio trachea (cristo!) 1 Più statistiche
che cos è un sonetto nell adone? (anche a me piacerebbe saperlo) 1 Più statistiche
anfiosso struttura 1 Più statistiche
sonia cassiani (chiunque tu sia, ti prego, PIANTALA) 1 Più statistiche
meteopatico 1 Più statistiche
la lirica barocca: marino, marinisti 1 Più statistiche
esecuzione di anna bolena con 2 colpi di (di pistola? di cannone? di culo?) 1 Più statistiche
anfiosso blog 1 Più statistiche
rosa bossi 1911-2008 1 Più statistiche
do dò accento distinzione verbo nota 1 Più statistiche
pazziando italiano 1 Più statistiche
gravina pittore napoletano 1 Più statistiche
fica bagnata isabella ferrari (e proprio qui vieni a cercarla?) 1 Più statistiche
inventa una frase con allora all’ora 1 Più statistiche
non mi rendevo conto che 1 Più statistiche
settani pittore milano 1 Più statistiche
poesie di ciro di pers 1 Più statistiche
frase con aggettivo robusto 1 Più statistiche
le ragazze scorreggiano (leva le mani dalla tastiera e tùrati il naso) 1 Più statistiche
tridella 1 Più statistiche
wagner innominabile (oh, poverino. non è mica tanto male, invece, sai?) 1 Più statistiche

2008-11-11

Cerca Visualizza
anfiosso 13 Più statistiche
gomorra ravetta (trovato? ne valeva la pena, di’ la verità! :-D) 6 Più statistiche
natalia castaldi 5 Più statistiche
sonia cassiani (ma pietà) 3 Più statistiche
“sonia cassiani” (ecco: come non detto) 2 Più statistiche
{searchterms} 2 Più statistiche
il barocco e la morte ciro di pers 2 Più statistiche
prosopopea 2 Più statistiche
catulliana memoria 1 Più statistiche
sognare di fare cacca per strada (bicarbonato) 1 Più statistiche
mal di testa da piu giorni 1 Più statistiche
mal di testa e caldo in testa 1 Più statistiche
legge di lupo 1 Più statistiche
youtube mezz’ora guzzanti padre 1 Più statistiche
lupo rumeno 1 Più statistiche
pompinara 1 Più statistiche
catorcino wikipedia 1 Più statistiche
scarpe nei sogni 1 Più statistiche
perchè si dice freddo cane 1 Più statistiche
luisa collodi 1 Più statistiche
cursus honorem cosa vuol dire (quando l’hai scoperto fammi sapere, ché sono curioso) 1 Più statistiche
2oo8 email contact of mr issa @yahoo.co. 1 Più statistiche
mal di testa perke naso rotto 1 Più statistiche
a letto con la zia (saranno sei mesi che cerchi ‘sta cosa. è il titolo di un romanzo, di un film, una situazione di cui vorresti leggere, una situazione che vorresti vivere, una situazione che hai vissuto e adesso ti tiene sveglio di notte? sono curiosissimo) 1 Più statistiche
mal di testa da tre giorni 1 Più statistiche
cane freddo 1 Più statistiche
dove posso scaricare il film il camorris 1 Più statistiche
livello ritmico poesia san martino (poi fammi sapere) 1 Più statistiche
nikos velissiotis (chiedi qui: http://www.ubicue.splinder.com, lui lo conosce) 1 Più statistiche
sogni furto scarpe 1 Più statistiche
la donna lupo in bem 1 Più statistiche

2008-11-10

Cerca Visualizza
anfiosso 10 Più statistiche
giovanni+mondelli 4 Più statistiche
l’anfiosso 3 Più statistiche
telefilm callas 2 Più statistiche
scrivere un libro 1 Più statistiche
olisbo 1 Più statistiche
mal di testa una settimana 1 Più statistiche
mal di testa da 3 giorni 1 Più statistiche
paolo poli con “rita da cascia 1 Più statistiche
il do non deve essere accentato (esatto) 1 Più statistiche
se un carabiniere mi guarda insistenteme (-nte: potrebbe essere ricchione, in effetti) 1 Più statistiche
racconti sui barboni (Filiberto Scarpelli, La veglia degli straccioni, Staderini, Roma 1908; non è tutto direttamente sui barboni, ma il racconto che dà il titolo alla raccolta e un pajo di altre cose sì). 1 Più statistiche
prosopopea 1 Più statistiche
sonia cassiani 1 Più statistiche
maraviglia di marimo marini (mi maraviglio anch’io) 1 Più statistiche
come scrivere un libro (coi diti, o reggendo una biro o ammaccando i bottoncini della tastiera. non molto diversamente dal mezzo che hai impiegato per arrivare qui, solo con qualche parola di più) 1 Più statistiche
saggio breve camorra 1 Più statistiche
caricature del nullatenente (ma sei un sadico schifoso) 1 Più statistiche
assoindustria+mondelli 1 Più statistiche
frasi satire contro le puttane 1 Più statistiche
sogno+ambulatorio 1 Più statistiche
natalia castaldi 1 Più statistiche
freddo cane 1 Più statistiche
mal di testa 1 Più statistiche
velissiotis 1 Più statistiche
emicrania anteriore cervello 1 Più statistiche
incarognimento 1 Più statistiche
le scorreggione candid (?) 1 Più statistiche
gente di merda 1 Più statistiche
cefalocordati anfiosso 1 Più statistiche

2008-11-09

Cerca Visualizza
anfiosso 10 Più statistiche
ancestrale 1 Più statistiche
diversi trilli 1 Più statistiche
poesie di ciro di pers 1 Più statistiche
giovanni mondelli giuditta russo 1 Più statistiche
dolore tempia starnuto tosse (ma mettiti a letto, no?) 1 Più statistiche
freddo cane 1 Più statistiche
nonna pompinara (che fine ha fatto Luca Bersi, a proposito?) 1 Più statistiche
immagini sull’anfiosso 1 Più statistiche
donne scorreggiano 1 Più statistiche
come facevano le successioni nel 1965 (?) 1 Più statistiche
barbara cassani costanzo 1 Più statistiche
gente di merda 1 Più statistiche
tesi su anfiosso 1 Più statistiche
poesia barocca ciro da pers 1 Più statistiche
passi della bibbia travisati e cambiati 1 Più statistiche
i nomi delle 20 specie dell’ anfiosso (siamo così tanti? speriamo che almeno qualcuno abbia dei soldi) 1 Più statistiche
giuditta russo confessioni 1 Più statistiche
carfagna pompini bocchini orale (è tutto molto chiaro, grazie) 1 Più statistiche

2008-11-08

Cerca Visualizza
anfiosso 16 Più statistiche
hajia mariam 6 Più statistiche
rosa bossi 2 Più statistiche
ancestrale 1 Più statistiche
vite perdute per strada 1 Più statistiche
pascoli le piccole cose 1 Più statistiche
che significa meteopatico 1 Più statistiche
sonia cassiani 😦 1 Più statistiche
sonetti ciro pers 1 Più statistiche
adlimina malvino 1 Più statistiche
guapparia partitura 1 Più statistiche
quando scrivi i libri in cosa sei laurea 1 Più statistiche
saviano è un pirla (ma poverino!) 1 Più statistiche
dostoevskij nazismo 1 Più statistiche
gente di merda 1 Più statistiche

2008-11-07

Cerca Visualizza
anfiosso 4 Più statistiche
immagini sull’ anfiosso 3 Più statistiche
sonia cassiani (BASTAAAAA!!) 2 Più statistiche
inverno paolo rolli 2 Più statistiche
alessandro cazzi (‘n altro buono) 2 Più statistiche
hajia mariam 2 Più statistiche
anfiosso fotografato 2 Più statistiche
cane + freddo 1 Più statistiche
ciro di pers 1 Più statistiche
zia fottere (se proprio vuoi saperlo, sì, E’ incesto) 1 Più statistiche
rovetta millantatore 1 Più statistiche
raffaella scarpellino (l’ircocervo. la manticora. il 666) 1 Più statistiche
rosa bossi 1 Più statistiche
immagini ravvicinate sull’ anfiosso 1 Più statistiche
la legge di lupo solitario 1 Più statistiche
l’ anfiosso 1 Più statistiche
il do di dare si puo scrivere con l’acce (GUAJ A TE!!!) 1 Più statistiche
come faccio a vedere una webcam altrui? (cogli occhj, suppongo) 1 Più statistiche
sonia cassani (prrrr!) 1 Più statistiche
sonetto di c. achillini 1 Più statistiche
mazurka 1 Più statistiche

217. Ah…

12 Nov

… e vaffanculo a Mario Bianco, naturalmente.

216. E azu?

8 Nov

Il blog di azu è bloccato, nel senso che risulta che non posso commentare — poco male, perché se mi vien da commentare lo faccio privatamente, troppe pippe e mariibianchi, lì sopra, mi viene il vomito all’idea di intervenire in mezzo a quella compagnia.

Non solo, ma non ha più scritto niente.

Bisogna annoverare anche il suo tra i blog estinti? (E io che cazzo mi leggo, adesso?).

Qualcuno ne sa qualcosa?

215. Toscanini e il porco dio.

4 Nov

Toscanini bestemmia.

214. Mal di testa.

3 Nov

Insomma, sono tre giorni che ho un mal di testa pervasivo, non forte che ha fitte fortissime tutte le volte che do un colpo di tosse, mollo uno starnuto o sgancio dell’altro, ovvero se faccio un movimento inconsulto qualunque siasi che mi faccia scotere la testa, e non riesco assolutamente a mandarlo via — ho anche fatto una specie di limonata calda con un limone che una settimana fa m’avevano dato come extra alla mensa, la residua acqua minerale naturale rimasta in una bottiglietta da mezzo litro, dovuta ad un’altra mensa, e quattro bustine di zucchero dovute a ben tre bar, facendo andare il tutto nel microonde dell’Oftalmico, ma non m’è servito a un beato cazzo, come non m’è servito mangiare, per la prima volta (credo) da due settimane, un piatto caldo oggi a mezzogiorno: tutto permane là dove dovrebbe scorrere, & scendere, pare che nulla debba avere effetto, nulla debba servire a nulla, sicché, posto non si tratti (tiè e aritiè) di qualcosa di molto peggio, se proprio è un semplice blocco intestinale (sono salito sul cesso solo due volte nel giro di tre giorni, e con scarsissima soddisfazione), o solo indigestione — in questi due giorni ho mangiato, per puro tedio, almeno il triplo di quello a cui sono abituato (o sarà il freddo? o la carenza da bevande calde?) –, forse basterà una giornata di digiuno; forse basterà, dico, perché intanto il malditesta perdura, e per tutti e tre questi tre giorni mi ha impedito di applicarmi con qualche continuità alla scrittura, benché la mia assolutamente filosofica calma, la mia disposizione d’animo interamente socratica, la mia compostezza mentale di ordine quasi confuciano, la mia semplicità di sofo ellenistico, la mia stoica pacatezza, tutto questo, dico, dovesse mettermi nelle condizioni più platoniche per questo nobile esercizio, e farmene lucrare epicurea mercede, sicché adesso, molto semplicemente, potrei continuare con amidico fervore, con apollineo entusiasmo, ad applicarmicivicivicivisi, sennoché un Dioniso piombatissimo mi scatena tutta una notte di misteri nella Delfi del cranio, un Saturno adirato con nubi d’assafetida mi contorbida i sentimenti, mi delirano marinistiche le parole, mi si rivoltano sturmunddrangiche le frasi, il ben dell’intelletto mi si contorce espressionista, mi saltella avanguardista, mi si sbrana surrealista; non tengo insieme pensiero con pensiero, perché spade picche alabarde di fitte pulsanti me li trafiggono, me li sventrano, me li squartano tutti; non ho visione poetica, perché nugoli di fosfeni disturbano la comunicazione tra me e la musa; non ho respiro di frase concinnata perché il dolore mi mozza il fiato; non ho memoria perché un carroarmato è passato sopra gli archivj del mio cervello; non ho unità di pensiero perché i miei due emisferi sono divisi da una sega circolare; non ho articolazione di pensiero perché mie sinassi sono scoppiate; non ho coerenza di pensiero perché i miei neuroni, rotto il patto sociale e dichiarata l’anarchia totale, vagano imbestiati a destra e a manca in un caos che non è presagio di nessun cosmo di vita, ma è l’esatta riproduzione di quello che avviene con i batterj nelle fosse settiche — tanto dura questo mal di testa, che credo non finisca mai più, e come Pilato emicranioso che non voleva sapere né di giudizj, né di Giudee né di Cristi, ma sperava che il dolore o la vita finisse, rimango in attesa dolorante, indifferente a tutto, senza tentare di consolarmi con buoni pensieri, perché non ho forza di coltivarne buoni, senza lasciarmi assalire da cattivi pensieri, perché non ho forza di concepirne cattivi, senza pensieri — direi — affatto, non ristorato dall’aria aperta, non lenito dal caldo e dal chiuso, dal maggiore o minore numero di vestìti, dalla presenza o dall’assenza di copertura sulla testa, dalla posizione delle braccia in alto o in basso, dalla flessione del collo con movimento rotatorio, dall’immobilità di tutte le giunture; dal massaggio delle tempia; dalla vellicazione dei menischi; dall’ingestione d’acqua dal naso; dalla respirazione bocca a bocca con un attaccapanni; dalla tracheostomia improvvisata con penna & cannuccia di carta; tutto, tutto m’è inutile.