Archivio | settembre, 2008

202. Abbastanza bene, grazie.

29 Set

Senz’occhio di riguardo a ciò che sento (1),
O ai numerosi impegni (a cui non crede
Quasi nessuno, in verità), si chiede
Spesso da me qualche componimento.
 
Senza inferire intoppo, o patimento,
Che alla musa dispiace, e che mi lede,
Senza cui solo con baldanza incede
Coi suoi numeri Clio, che odia il tormento.
 
Senza pensar ch’io abbia le risorse
Impegnate in qualch’opera importante,
Immatura tuttora, e ancòra in forse.
 
Senza idea della mia borsa vacante.
Senza sospetto di sventure occorse.
Comunque, sto benino. Grazie tante.
 
—————–
(1) Qui c’era un’ipermetria.
Così impari a improvvisare.
Stronzo.

201. E’ quello che mi chiedo anch’io.

23 Set

E io mi chiedo: nella vostra terra, nella nostra terra sono ormai mesi e mesi che un manipolo di killer si aggira indisturbato massacrando soprattutto persone innocenti. Cinque, sei persone, sempre le stesse. Com’è possibile?

Roberto Saviano, Lettera alla mia terra, 22/09/08

200. Varie, & eventuali.

3 Set

Informo tutti che ora urza è qui.

Quanto a s.  (per quando torna dal Dauphiné) mi sa che avevo ben preso il marrone. La battuta esatta non è “Ottimo lavoro, Gaston!, &c.”, bensì è: “Gheràzie, Gaston: hai fatto un ottimo lavoro, &c.”, e comunque il gag completo sta qui:

BRONCOVIZ – TUTTAPATATA

[Da quello che ho beccato su youtube di Sensualità a Corte, Pirovano è quello che fa la madrina. A me peraltro l’episodio che ho visto à piaciàto molto:

mai dire lunedi-sensualita a corte puntata 1

Adesso mi mancano tutti gli altri, ma pian piano recupero].