197. Sera.

9 Ago

Stanno sospese le Stelle in alto,
Fissando, ognuna dal proprio spalto,
Quasi in attesa del grande salto
Che le trarrebbe giù sulla Terra,
O a farla luce, o a farle guerra.
 
Stesa su un fianco, sveglia ma assente,
Metà, o anche meno, del tabescente
Volto ci mostra, ed indifferente
Conta una a una le rughe al Monte
La Luna bassa sull’orizzonte.
 
In tanta attesa soltanto inquieto
S’agita il Vento sul mondo vieto,
Corre, e farfuglia qualche segreto:
Ma chi ha ascoltato il vento che vola
Non ha afferrato mezza parola.
 
La Terra è desta, tutta voltata
Verso la tersa volta stellata:
Mentre si chiede se è preoccupata,
O se soltanto, la vecchia trista,
Stia contemplando la bella vista.
 
E pensa intanto al giorno che spento
Sarà il fulgore del firmamento.
Prendendo sonno, spera che il Vento
Le ispiri un sogno senza memoria
Che le racconti tutt’altra storia.

Esprimi pure (prego) la Tua garbata opinione!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: