114. A quella schifa di lamanu’s art.

24 Apr

Allora, prima di tutto barbone a tua sorella e alla tua mammaccia, personacce che mi pregio di non conoscere, esattamente come non conosco te.
Ti rendo edotta che il tuo blog mi fa skifo, il tuo modo di scrivere mi dà il voltastomaco e la presenza di Amélie e del vecchio psicagogo polacco mi t’hanno fatta cadere dal libro in maniera irrecuperabile e definitiva — come dire: prima ti disprezzavo, adesso non solo mi disgusti, ma nutro anche del rancore nei tuoi confronti.
Tutto questo, diciamo, senza conoscerti, anche se non mi serve nemmeno chiudere gli occhj per visualizzarti, e posso dirti che se come blogger sei una slavina, come donna sei un classico cessone: tracagnotta, brufolosa, con le gambe a chiappa dell’olio e le tette ad altorilievo.
Prima di linkare chicchessia si chiede il permesso. Tu non me lo hai chiesto, e questo è grave; ma attenzione: anche se me lo avessi chiesto col cazzo che te lo avrei permesso.
Cancella sùbito il link, brutta cialtrona, o ti faccio cascare le orecchie.

Esprimi pure (prego) la Tua garbata opinione!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: