Archivio | 13:43

71. Oggi ho la gnàgnera.

1 Mar

Uno degli svantaggj di dormire con qualcuno nella stessa stanza è che certe volte quel qualcuno ti sveglia, come è successo stanotte. Io mi crogiolavo lieto nei miei incubi, lasciando che le mie entraglie sole combattessero strenuamente contro le rivolture di 570 gr. di carciofi alla romana in olio di macchina esausto. Destandomi, ho dovuto dare man forte. Non mi dilungo. E’ stato orribile. Tre quarti d’ora di dolori tipo parto.

Ma la giornata non si prospetta esaltante. Più tardi (ma nemmeno molto più tardi) devo andare lavare i panni zozzi, e in teoria questa sera dovrei andare a Milano (!) — e questo è, sì, esaltante, ma in compenso appare macchinoso, faticoso. Non mi ci vedo, a trascinarmi fino a là con la gnàgnera che ciò addosso.

Vado a prendere un caffè, adesso.

Azu, riesci a fare qualcosa di molto cattivo contro Luca Bersi/boycotto/lisciotto/Monica Serravalle/webrezza/vandalo? Non voglio scomodare nessuno, te meno d’altri, e non ho esattamente voglia di vendicarmi. Non mi dà realmente fastidio. Mi fa schifo, ecco che cosa mi fa.

Percepisco chiaramente, da parte sua, che la smania di schizzare le sue bave putride qui e là nel mio blog illibato nasce solo dalla fregola d’insozzare tanto per insozzare. E tuttavia questo implica una sostanziale mancanza di rispetto. Ammetto anche la mancanza di rispetto, ma NON da una roba come Luca Bersi. E’ più forte di me.

Qualcuno ha un flit adatto?