56. Gunther Brodolini.

12 Feb

Sappiamo già che mi è impossibile linkare chicchessia: è il motivo per cui faccio un post, perché  questo è uno dei blog che segnalerei nel blogroll se sapessi come fare, e dove ripasso spesso, & volentieri. Non so e non riesco ad immaginare quanti anni abbia l’autore, quali siano le sue intenzioni, come viva, &c. — anche perché non me lo chiedo con particolare insistenza — inoltre non ho letto proprio tutto quanto il suo blog — riesco solo a capire che è toscano — e ignoro perfettamente se la parola sgargabonzi nasconda un significato da qualche parte, figuriamoci poi se so di preciso quale. Fa diverse serie (quella — appena iniziata — del cameriere, quella intitolata ipotenusa…), ma la cosa sua con ogni probabilità più brillante è Le avventure di Gunther Brodolini. Attenzione: alla lunga questi temini burchielleschi dànno le vertigini, e ristuccano — sono inoltre, soprattutto a dosi un filino superiori alla definibile piccola, rimponentissimi — ma ne vale la pena — cioè, nelle dosi giuste non è pena, affatto. Ne vale e basta, senza pena. E’ bravissimo — un virtuoso, gliel’ho scritto almeno una volta, e glielo ripeto qui (anche per allungare un po’ il brodolino, perché oggi teoricamente avevo il desiderio di scrivere qualcosa, poi però ho scoperto che oggi proprio non mi va). Non ho incontrato altre cose, a livello blogs, che mi provochino tanto inarcar di sopracciglia (e io, come qualcuno sa, ho sopracciglia sensualissime).

Esprimi pure (prego) la Tua garbata opinione!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: