Archivio | 17:47

CCXXXV. Giri.

12 Mar

Ultimamente guardo con moderato interesse la wikipedia. Ma non per informarmi. Vedere per esempio l’orribile voce su Vivaldi. Ognuno, di fatto, può scrivere quello che gli pare. Tutta la gente che passa a leggere le varie voci può, ovviamente controllare; e, altrettanto ovviamente, scrivere quello che gli pare. Teoricamente, quest’amorevole collaborazione dovrebbe favorire un progressivo appropinquamento alla Verità. Di fatto sono cumuli di cazzate che si sovrappongono, con effetti, il più delle volte, di involontaria comicità. Nessuno che voglia scoprire veramente qualcosa, credo, potrebbe mai fidarsi di un’enciclopedia così concepita. Ammenoché non partecipi in prima persona, è chiaro — e così via, e tutto si tiene insieme.

CCXXXIV. ……………

12 Mar

CCXXXIV. Adesso che ho eliminato il desiderio stupido di tante cose inutili comincio veramente a sentire la mancanza

di

CCXXXIII. Infatti.

12 Mar

CCXXXIII. Infatti, il numero era sbagliato (comunque ho corretto).

CCXXXII. Evabbè.

12 Mar

CCXXXII. Non so nemmeno se sia il numero giusto, ma fa tutto lo stesso. Veramente, non so che cosa scrivere. Se lo faccio in questo momento è solo per non sprecare tutto il tempo della connessione, sarebbe deprimente. Fuori rete riesco a scrivere cose che non metterei sul blog. Sul blog, finora, sono riuscito a scrivere solo cose che non varrebbe la pena io facessi leggere fuori rete. Ma fa tutto — veramente — lo stesso.

Mi sento solo in vena di recriminazioni (alla prima provocazione, è ovvio); per il resto ho cominciato a guardare le mie attuali condizioni in maniera diversa. Forse delirante — forse, non posso saperlo e non potete saperlo nemmeno voi (non può saperlo, cioè, nessuno). Sto cominciando a dirmi che non merito affatto di vivere le cose in questo modo. Che è il mio punto di vista ad essere sbagliato.