Archivio | 11:47

CCX. Varie (ed eventuali).

15 Feb

CCX.  Dalla parte di là (vale a dire sul mio bloggo preferito, quello di http://www.azu.splinder.com) si è quasi cominciato un dibattito sul perché si tiene un blog. Qualcuno dice per questo, questo e quell’altro; altri dice perché pissi pissi bù; io, invece, non lo dico, perché tengo un bloggo. E non lo dico non tanto perché non ho voglia di dirlo, ma perché non lo so. Essenzialmente, è anche una questione di impiego del tempo della giornata (tre genitivi uno appresso all’altro — ecco, ecco, ecco); ricapitolando, io 1. non lavoro, 2. non faccio all’ammore, 3. non viaggio non mi muovo non m’interesso non vado ai concerti delle olimpiadi, 4. non converso, 5. non mangio quasi, quasi non bevo caffè, quasi non fumo; rimane che al punto 6. almeno qualcosina io lo debba fare. O vado errato?

Indi il blog.

Di là da tutto, è vero anche che non mi si fila nessuno, nella vita. E spesso a parlare da solo mi stanco; così, invece — intendo: tramite un bloggo — è molto più facile far finta di avere un interlocutore.

(Volevo dire tutt’altro, ma chi ne ha più voglia, adesso?).