CCVII. (Torno all’attacco).

11 Feb

CCVII. Questo sarebbe dovuto essere l’int. n° 206, ma purtroppo non sono riuscito a pubblicarlo. Niente di che, dicevo solo che stamattina, passando per la Galleria Cisalpina (e non sono sicuro che si chiami così, perché non ho mai visto targa, e se non c’è scritto non memorizzo), mentre sbirciavo dall’antiquario una versione del De architectura a cura del fratello dell’ab. Galiani, sono stato circondato da una decina di tutori dell’ordine, il più prossimo dei quali, così scrivevo, mi ha "flautatamente intimato" (rende l’idea o no?) di fargli vedere che cosa tenevo nello zaino. Macchinalmente mi sono tolto lo zaino dalle spalle e gliel’ho porto. Mi ha detto di fare io. Ho cominciato a frugare in mezzo al caos di ciddì, un libro, cartaccia varia, due quadernoni di grande formato (questo passa il convento), e prima che arrivassi ai ben quattro giornali porno, che scommetto sono ancora lì, il poliziotto mi ha fatto segno di fermarmi, e ha cominciato a passare il dito, un po’ laidamente, su uno dei taschini laterali — credo proprio quello in cui c’è ancora appallottolato (ho verificato prima, ne sono sicuro) un paio di mutande. E’ andato bene così; han salutato e se ne sono andati, ringraziando — io ovviamente non ho risposto, pieno di una sottile infelicità.

Fattostà che quando ho un incontro ravvicinato (molto di rado, comunque) con le forze dell’ordine, e sono sempre cose banalissime, toccata-e-fuga, non so perché mi sento, al fondo, così — veramente — anarco-insurrezionalista da sentire la necessità morale di mostrarmi offeso, di dire cose pesanti, di sputar loro d’in mezzo agli occhi, prenderli a calci negli stinchi, morder loro la mano; e buscarmi una multa, una manganellata, un po’ di galera. Non so da dove mi venga fuori questo stravagante impulso, e non so come mai tutte le volte che mi comporto bene con qualche agente (cioè tutte le volte che sono costretto ad averci che fare), dopo mi sento una merda. Quali sono, veramente, i miei rapporti con le forze dell’ordine?

Esprimi pure (prego) la Tua garbata opinione!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: